I Piatti Che Non Possono Mancare Sulla Tavola Di Natale Di Un Romagnolo

Tradizione
Scritto il 23 Dicembre 2018

​Il Natale in Romagna ​è​ ricco di​ sapori e​ antiche tradizioni. ​Il Natale in Romagna è fatto odori e ​soprattutto di ricordi. ​

​Il Natale in Romagna inizia già qualche giorno prima del 25​ Dicembre, quando le azdore romagnole si ritirano nelle cucine delle loro case e iniziano, armate del loro fedele mattarello, a​ stendere la sfoglia​ e a dar vita a delle vere opere d'arte: i cappelletti.

​​S​i da il via alla tradizione con la cena di pesce del 24 Dicembre​, dove il piatto forte è i​l baccalà. Da non dimenticare poi il brodetto di pesce, ​in principio nato come piatto povero dei pescatori dell’Adriatico, una vera delizia, da servire insieme a del pane abbrustolito.

​Ed eccoci arrivat​i al tanto atteso pranzo di Natale​...

Si inizia dall’antipasto​, ​composto ​principalmente da affettati ​e formaggi freschi e piadina rigorosamente fatta in casa.  

Il ​primo piatto delle feste di Natale? Ovviamente ​i ​cappelletti in brodo​. Non è Natale senza i cappelletti!

​Come secondo piatto la carne lessata arricchita da contorno di verdure e salsine verdi.​

Il tutto accompagnato ovviamente da un buon bicchiere di Sangiovese!

Infine ​come dolce, oltre ​agli immancabili pandori e panettoni, nelle case dei più amanti delle tradizioni si può trovare ​​la ciambella, ​inzuppata con l’Albana dolce.

​BUON APPETTITO E BUONE FESTE A TUTTI!

 Richiedi preventivo